Massimo Pericolo, il testo di “Le Cose Cambiano (LCC)”

Massimo Pericolo è tornato con uno dei lavori più attesi dell'anno da parte di pubblico e critica. Scopriamone di più.

Massimo Pericolo è pronto a tornare con il suo nuovo album Le Cose Cambiano in uscita venerdi 1 dicembre in digitale e in formato fisico per Pluggers / Epic Records / Sony Music Italy / Lucky Beard. 
Il singolo omonimo sarà disponibile per la rotazione radiofonica lo stesso giorno, venerdi 1 dicembre. Il brano vanta la produzione di un astro fenomenale della scena artistica italiana: Dardust. 

“LE COSE CAMBIANO (LCC)” – IL TESTO

Le cose cambiano (eh, oh, in continuazione)

Le cose cambiano, forse anche tu dovresti farlo
Ti senti vecchio a trent’anni come Benjamin Button
Ho voglia di spaccare l’iPhone
C’è una per tutto quello che non serve a un cazzo
Da quando è tutto sul mercato
Nessuno va al mercato, tutti son sul mercato
Anche la pussy mi ha stancato
Ora che piaccio a tutti, so già che non mi amano

Se tu lo vuoi, dovresti farlo, farlo, farlo, farlo, farlo, farlo
Non mi ascolti quando parlo, parlo, parlo, parlo, parlo, parlo
Non vivi mai per raccontarlo-tarlo-tarlo-tarlo-tarlo, marcio (ah)
Chi sei tu non dimenticarlo, Carlo, Carlo, Fabio, Paolo

le cose cambiano in continuazione
Però non cambiano la mia direzione
So già qual è il prezzo per ogni mia azione
All’inferno faccio meditazione
Le cose cambiano senza spiegazione
Come il ritornello della canzone
E anche se mi stresso per la situazione
È uguale per tutte le persone

Sono cambiato più fisicamente o mentalmente?
E do valore più al denaro o alle esperienze?
Ma senza il fisico, non c’è la mente
E quando non avevo i soldi, non facevo niente
E allora ho fatto bene a lasciare la scuola
Ora se andava bene, prendevo sette euro all’ora
E invece ora lascio la mancia al cameriere
E studio solo quello che mi serve sapere
Ho vinto se penso a tutto quello che ho adesso
Ma ho perso se penso solo a quello che ho perso
L’istinto mi dice che pensarci è superfluo
O agisco o cosa penso a fare in eterno
Per questo non mi trovi più in strada da un po’
Onesto, sto provando a salvare l’hip hop
L’esempio è solamente quello che do
Fratello, pensi che puoi cambiare o no? (Pensi che puoi cambiare o no?)

le cose cambiano in continuazione
Però non cambiano la mia direzione
So già qual è il prezzo per ogni mia azione
All’inferno faccio meditazione
Le cose cambiano senza spiegazione
Come il ritornello della canzone
E anche se mi stresso per la situazione
È uguale per tutte le persone

Non faccio il pieno, però pranzo e ceno
Quindi non è vero che son povero
Chi si infila in metro, chi ritira il vetro
Oppure chi fa il medico ha un compito
Mi vuoi tutto adesso e più avrai di meno
Io mi siedo e aspetto come un monaco
So che non mi stresso finché non ci penso
Tanto ho solo quello che mi merito

Le cosa cambiano (eh, oh, in continuazione)
Cambiano (eh, oh, in continuazione)

Notizie del giorno

Ti potrebbe interessare

“M’ama non m’ama”, brano – prodotto da Davide Simonetta e nuovo tormentone dell’amatissima rapper e cantante Baby K.
Il duo francese ai nostri microfoni tra ultime produzioni e come hanno scalato il successo…