Il mistero dietro Unrecord, il nuovo videogame sparatutto

Il mistero dietro Unrecord, il nuovo videogame sparatutto.

Dedicato a chi pensa che Unrecord sia finto o sia un semplice filmato. Per noi si tratta di un vero e proprio videogame!

Un post rivelativo pubblicato su Twitter da Alexandre Spindler, programmatore e co-director di Unrecord, svela tutta la verità: quanto mostrato non è un fake, né tantomeno un semplice filmato con l’aggiunta di elementi grafici, ma è un vero e proprio videogame.

In effetti, il trailer di Unrecord, pubblicato lo scorso 19 aprile, ha suscitato e lasciato irrisolti numerosi dubbi interpretativi sulla natura di questo progetto.

Movimenti, texture e sistema di illuminazione, molto simili a quelli di una ripresa video. Quello che osserviamo sembra essere stato ripreso dalla bodycam di un agente della polizia. Ci addentriamo in un edificio abbandonato, vaghiamo fra oggetti e materiali vari. Incontriamo altre persone davanti a noi. A questo punto, uno o più proiettili partono a raffica dalla nostra arma da fuoco. Situazione già vissuta. Sembra di essere in un film poliziesco americano, ma siamo in un videogioco. Incredibile.

Nonostante l’entusiasmo, non sono mancate le critiche:  qualcuno si è infatti espresso negativamente circa la veridicità delle immagini mostrate, ma gli sviluppatori del gioco hanno subito messo a tacere i più scettici.

Il 20 aprile Alexandre Spindler ha pubblicato un post su Twitter in cui mostra una simulazione del game su Unreal Engine 5, scrivendo: “Dedicato a chi pensava che Unrecord fosse finto o fosse solo un video, mi spiace”.

In attesa di saperne di più sulla data di uscita di questo interessante progetto, vi ricordiamo che Unrecord è al momento disponibile solo per PC.

Notizie del giorno

Ti potrebbe interessare

A Tenerife tutto pronto per il Reggaeton Beach Festival, uno degli appuntamenti più attesi dell’estate musicale spagnola.
La combinazione di questi due act internazionali e l’artista dell’Indiana Madlucky ha creato uno dei più singoli dance più freschi e interessanti del 2023: “Hey Yesterday”.